Pages Navigation Menu

Storia

La fondazione

La società è stata fondata il 6 aprile 1965, la prima sede dall’allenamento è stata ricavata presso il palazzetto di Via Ariosto, 3, Presidente e fondatore Dott. Franco Mazzucchelli. La società è stata da subito affiliata alla FIAP, Federazione Italiana Atletica Pesante, e ha seguito la storia della Federazione sino all’attuale FIJLKAM;

I colori erano il bianco e l’azzurro, le attività praticate Pesistica e Judo.Insegnante tecnico per il Judo era Orazio Castellan.

Gli anni ’70

Nel 1968 la società viene trasferita presso la sottopalestra di Via Dante 5, presso l’Istituto C. Facchinetti, attualmente sede delle scuole medie elementari Bossi Dell’Acqua, dove ancora si trova.

Nello stesso anno la conduzione tecnica passa al Maestro Felice Cattaneo, “gli anni 70”:bambini Judo anni 70 001.jpg sono caratterizzati dalla presenza di validi collaboratori i Maestri Franco Testa e Maurizio Armiraglio che sarà anche arbitro di livello Nazionale.

Ecco alcuni nomi dei consiglieri di quegli anni: Gianni Colombo, Pino Morganti, Felice Cattaneo, Fulvio Serena, Angelo Chiesa, Frontini, Gussoni, Attilio Morandi, Grampa, Antonio Colombo, Franco Testa e Alfredo Cugusi.

L’otto luglio del 1974 la presidenza passa a M. Grampa.

Si iscrive nello stesso anno Massimo Gorla! che nel 1977 vince la prima medaglia di valore nazionale a Vittorio Veneto classificandosi terzo ai Campionati Italiani Speranze.

Nel 1979 a Mestre Massimo vince i Campionati Italiani Juniores, combattendo nella categoria di peso 71 kg, nella stessa gara Claudio Zanesco iscritto da due anni arriva secondo nella categoria +95kg .

Gli atleti agonisti di quegli anni sono: Gussoni Mauro, Mauro Marcheselli Grassi Ivano!, Speroni Maurizio, Francesco Segreto, Ermes Paleari, Francesco Liuzzo, Gianluigi Callegari, Fabrizio Fibra, Luca Armiraglio, Sergio Lupi.

Gli anni ’80 (Maestro Cattaneo Felice Busto A. anni 80)

La presidenza in quegli anni passa da Grampa a Gianni Colombo. Nel 1982 viene rieletto un nuovo Consiglio con presidente Luciano Colombo, consiglieri: Roger e Claudio Zanesco, Massimo Gorla, Fausto Di Vietro, Gian Luigi Callegari, Giuseppe Virzi, Armando Gaudio, Carlo Mara (Claudio Zanesco Carlo Mara ju no kata Magnago 1992), Luciana Molon, Domenico Martucci.

Agonisti di valore nazionale degli anni 80 sono oltre ai già citati Gorla e Zanesco, Giuseppe Virzi, Marina Olivieri, Luciana Molon, Raineri Perego, Domenico Martucci, Emanuela Meneghin, Lorenzo Gussoni, Libera Tancredi e Simona Lamperti, Abbiati Luca.

A livello Nazionale Gorla e Zanesco conquistano numerose medaglie ai vari Campionati Italiani, vengono convocati più volte in allenamenti con la squadra Nazionale, partecipando ad una intensa attività internazionale, anche con la rappresentativa Regionale,partecipano ad una intensa attività nazionale anche con altri club blasonati con trasferte in Polonia , Marocco, Austria, Germania, Russia.

Nel 1984 al 1987 la conduzione tecnica passa a Massimo Gorla.

Dal 1987 la Pro Patria Judo Club e’ allenata da Claudio Zanesco.

Gli anni 90

La fine degli anni 80 e gli anni 90 vedono un ulteriore sviluppo delle attività della Pro Patria Judo con l’apertura dei corsi di Aikido, JuJitsu, Kenpo, Kung-fu.

La parte amministrativa vede diventare presidenti prima Roger Zanesco dal 1992, il fratello Claudio.

Gli atleti di livello nazionale sono Maria Cristina Pabis, Sara Collu, Luciano Peritore, i fratelli Andrea e Olimpio Pella , le sorelle Enrica ed Elena Baffa Scinelli, Francesco Di Roberto, Alessandro Belosio, Gabriele Crosta, Simone Delegà , Marco Marangoni, Maurizio Palumbo, Massimiliano Lentini, Antonio Musumeci, Elvira Bombara,

Cristian Sica, Andrea Tenconi e Gabriele Imbalzano.

Da menzionare particolarmente Olimpio Pella e Elena Baffa Scinelli medagliati ai campionati nazionali Junior e assoluti. In particolare Elena è la prima ragazza bustese ha conquistare medaglie agli Assoluti d’Italia, terza nel 1999 e seconda nel 2000.

Anni 2000

Sara Crivellaro è l’atleta che caratterizza maggiormente questi anni con i maggiori risultati sportivi, l’ultimo è un terzo posto ai nazionali Under 23-del 2009. Di pari passo è in atto una intensa attività didattica con corsi nelle scuole elementari e superiori, promozionale con corsi specifici per bambini e sociali con corsi per disabili.

Il 14 Novembre 2009 a Lamezia terme la c.n. 4° dan di Judo Pellegatta Daniele, supera brillantemente gli esami nazionali per il 1° dan di Ju Jitsu, questo gli consente anche di diventare Aspirante allenatore della disciplina essendo lo stesso già qualificato per il settore judo.

Dal 2010 ad oggi

Nel 2010 si riaffacciano sulla scena nazionale i giovani della società , è Crespi Stefano Campione Regionale cadetti 2010 nella categoria 73 kg a incominciare questa nuova serie di risultati partecipando alle finali nazionali di Terni nel Febbario di quell’anno.Sempre alla fine del 2010 due giovani promesse D’Orazio Paolo e Bendif Amar si classificano alle finali nazionali esordienti nel mese di novembre, D’Orazio arriva 5° nella categoria 66kg, il risultato più alto in una finale nazionale esordienti mai raggiunto dalla società . Claudio Fontana e Umberto Bino, il primo docente di Kata presso la Pro Patria Judo, giungono al primo posto con la valutazione di Very Good a quello che si potrà definire il primo Campionato Europeo dove il Koshiki no Kata verrà esibito in una forma competitiva.

Buona l’annata 2012 che vede finalisti ai Campionati Italiani nelle rispettive categorie Bendif Amar, D’orazio Francesca, D’orazio Marco, Bendif Yakoub, Colombo Sofia, Francesca e Yakoub sfiorano il podio arrivando al 5° posto.

Il 30 Giugno in un tragico incidente con il deltaplano muore l’amico Maurizio Bignami, anima del Judo Club Legnano, varie iniziative saranno effettuate per ricordare l’amico di tante avventure compreso il 1° meeting tenuto il 14/15 Settembre a Busto Garolfo. Il progetto Judogiocando riprende dando vigore alla società bustese.

Anno di promozioni il 2013 vede una nuova cintura nera Crespi Stefano, il giovane neo diplomato supera brillantemente l’esame di 1° dan, a Dicembre dello stesso anno Pellegatta Daniele, una delle colonne della società, diventà 5° dan con esame superato a Roma di fronte alla commissione formata dai maestri Peloso e Di Tommasi.

Con varie iniziative sul territorio la società divulga il metodo Judo Giocando, ribattezzato Movi- Mente, la Pedagogista Irina Ferrario , responsabile del progetto,  si reca nelle scuole  materne ed elementari proponendo la valenza educativa, sportiva e cognitiva del metodo ottenendo consensi ovunque

 Anno  2015

Nel 2015 la società compie 50 anni, e l’anno diventa fondamentale per il proseguio dell’attività. Infatti Venerdi 20 Marzo alle  ore 12,30 si conclude l’accordo di massima con l’amministrazione per il nuovo dojo che sarà ubicato presso la ex piscina di via Poma a Sacconago. Il 21 e 22 Marzo si svolgono le  Finali dei  Campionati Italiani Cadetti 2015 Roma Ostia Lido, un sabato e domenica di gare al cardiopalma per atleti e accompagnatori.  Sabato per Yaakoub Bendif giovane atleta della categoria 73 kg argento  in Lombardia, purtroppo esce al primo turno.   Domenica tocca alle femmine, Francesca D’Orazio,  – 57 kg, oro regionale si trova in una poule a dir poco paurosa, con la numero Uno e la 10  del ranking List nazionale, una atleta che vanta un bronzo agli europei. Ecco la cronistoria della sequenza degli incontri: 1° incontro vinto per due shido, fatica un po all’inizio ad entrare in gara poi recupera e si impone se pur per ammonizioni; 2° incontro vinto per Ippon in pochi secondi, tecnica a destra (Harai Goshi ); Terzo incontro Ippon a sinistra di tai Otoshi; quarto incontro ha di fronte il bronzo europeo, non sbaglia un colpo sino a farle prendere uno shido, nessun errore tecnico tattico le permette di superare questo terribile scoglio; Quinto incontro perde per uno strangolamernto a terra contro colei che poi finirà sul podio più alto nella finale; Sesto incontro valido per il terzo posto, Vinto per Ippon di Uchi mata a destra; entusiasmo alle stelle, siamo sul podio e Francesca è 1° dan di judo per meriti agonistici. BRAVA un regalo che corona l’anno del Cinquantenario della fondazione del club.  Il 31 Maggio Francesca con l’allenatore Olimpio Pella sono a Coimbra in Portogallo e parteciperanno alla Coppa Europa cadetti di Judo. L’atleta bustese si meriterà il 9° posto e la chiamata in nazionale.

10 GIUGNO 2015  la Rifondazione

E cosi dopo 50 anni dalla fondazione la Pro Patria et Libertate Judo club A.S.D. chiude la propria esperienza. Alle ore 17.00 del 10 Giugno 2015 presso lo studio notarile della dott.ssa Anna Rita Colombo in Busto Arsizio, con l’atto n. 5381/3681 di repertorio, Zanesco Claudio, Pellegatta Daniele, Pellizzaro Alfredo, Bollino Cinzia, Crosta Gabriele, Crespi Francesca Maria, Colombo Antonio e Bjinaru Daniel Costel fondano la Pro Patria Judo S.S.D. a.r.l. , dando alla storica società bustese una nuova veste giuridica, adatta a gestire il trasferimento alla nuova sede. La società avrà come presidente Zanesco Claudio e Vice Presidente Bejinaru Daniel. Due soci rimangono nella vecchia associazione Marco Marangoni e Callegari GianLuigi a questi ultimi toccherà gestire la ASD fino al termine delle pratiche amministrative e alla relativa chiusura.

Anno 2016

Il 23 Gennaio 2016 si inaugura la nuova sede alla presenza delle autorità cittadine fra cui il sindaco GianLuigi Farioli gli assessori Paola Reguzzoni, Alberto Armiraglio. La grande avventura comincia ufficialmente con molte iniziative, fra cui un allenamento di judo e uno di karate.

Nel mese di Novembre 2016 il fine settimana del 25/26, si tiene il Congresso effettuato in collaborazione con l’Associazione Italiana Judo Educazione il cui tema è “La figura del maestro di Judo” la sua validità educativa, la sede del congresso è la sala comunale dei Molini Marzoli. La sera presso la sede sociale si terrà una gara di Judo tradizionale con il sistema Tsukinami Shiai e un grandioso spettacolo con i TAIKO, tamburi giapponesi, guidati dalla maestra di canto signora Shinubu e il gruppo Kyo Shin Do. La Pro Patria Judo è quindi la sede dove il mitico Bu-Sen di Milano ricorda il suo 50esimo compleanno, con una lettura emozionante di Luciano Ghelli su quello che è stata ed è tuttora la storia del judo del Bu -Sen di Cesare Barioli in Italia. Un momento storico importante in quanto i maestri della Pro Patria Et Libertate Judo vengono proprio dall’esperienza del Bu-Sen, Orazio Castellan e soprattutto Felice Cattaneo, Claudio Zanesco ha frequentato per alcuni anni il maestro Barioli con cui ha condiviso vari momenti organizzzativi. Ospiti d’eccezione Cattaneo Felice, Claudio Regoli, Taiten Fausto Guareschi, Riccardo Stradi.

L’attuale staff tecnico è composto da numerosi insegnanti specializzati per settori.

I Presidenti dalla fondazione ad oggi

Fondatore Dott. Franco Mazzucchelli

Grampa M.

Gianni Colombo

Luciano Colombo

Roger Zanesco

Claudio Zanesco dal 10 Giugno Presidente della SSD arl

Insegnanti di Judo titolari dalla fondazione ad oggi

Orazio Castellan

Felice Cattaneo

Massimo Gorla

Claudio Zanesco

Atleti medagliati ai Campionati Nazionali

Massimo Gorla

Claudio Zanesco

Marina Olivieri

Luciana Molon

Raineri Perego

Luca Armiraglio

Fabrizio Fibra

Sergio Lupi

Emanuela Meneghin

Olimpio Pella

Elena Baffa Scinelli

Francesco Di Roberto

Sara Crivellaro

Francesca D’Orazio

Condividi con i tuoi amici!